STORYTELLING: DV GAMES

DV GAMES: Grandi successi in un segmento in crescita


dV Games nasce a Perugia nel 2001; i soci fondatori sono appassionati di giochi da tavolo e giovani imprenditori che hanno visto, in un mercato ancora molto acerbo, la potenzialità per una dirompente crescita globale del settore.
In seguito ai primi successi commerciali, dV Games stringe rapporti con un’ampia rete di partner internazionali, distribuendo i propri giochi in tutto il mondo e ottenendo importanti riconoscimenti in Italia e all’estero.

Nel 2020 dV Games acquisisce l’editore di giochi Ghenos Games, una realtà con sede a Milano che vanta una solida esperienza, posizionandosi come uno dei più importanti player del mercato specializzato in Italia.

Il titolo più conosciuto del catalogo dV Games è BANG!, il gioco di carte a tema western più famoso al mondo“, afferma Barbara Rol (nella foto), responsabile marketing a comunicazione. “BANG! ha venduto oltre 2 milioni di copie e la sua ricca linea editoriale è composta anche da espansioni e spin-off. La collana di Escape Room da tavolo Deckscape è stata un’altra delle pietre miliari nella produzione a marchio dV Games. La collana, con oltre 1 milione di copie vendute, conta ora nove titoli; il decimo è in arrivo nel primo semestre 2022. A fine 2021 dV Games ha anche pubblicato l’attesissimo Wonder Book: il primo gioco da tavolo al mondo con pop-up interattivi al posto del tabellone di gioco. Al momento il gioco ha 16 versioni localizzate, con accordi di distribuzione in 26 paesi nel mondo”.

Rol rileva che, malgrado una forte crescita nella domanda di giochi da tavolo, il biennio 2020-21 è stato segnato da numerose problematiche legate alla crisi mondiale degli approvvigionamenti e della logistica: “I prodotti out of stock sono stati un leitmotiv dell’ultimo periodo. Ciò nonostante, le performance dei titoli a marchio dV Games e Ghenos Games hanno registrato un importante incremento. Il mercato italiano continua a crescere ad alto ritmo sia sul fronte del gioco specializzato sia sul fronte dei giochi da tavolo educativi per l’età scolare e prescolare. La crescita ha riguardato anche i party game e i giochi destinati a un pubblico di ragazzi e adulti non-giocatori; questo segmento di mercato è risultato in assoluto quello con il tasso di espansione maggiore”.

 

ENGLISH VERSION

DV GAMES: Big hits in a growing sector 

The promoting partners of dV Games, founded in 2001 in Perugia, are board games fans and young entrepreneurs who spotted, in a still immature market, the potential for a strong global growth of the sector.
Following the initial commercial achievements, dV Games has become part of a wide network of international companies, distributing its own games worldwide and receiving important awards in Italy and abroad.

In 2020 dVGames acquired Milan-based Ghenos Games, a very experienced games publisher, so positioning itself as a leading Italian player in its business.

The best-known product of the dV Games catalogue is BANG!, the most famous Western-themed card game in the world”, says Barbara Rol (picture), marketing and communication manager. “BANG! sold over 2 million copies and its extended publishing line includes expansions and spin-offs. Deckscape, a board Escape Room collection, was another milestone in the brand’s production: with sales of over 1 million copies, now it consists of 9 items; the tenth is due in the first quarter of 2022. At the end of 2021 dV Games issued the long-awaited Wonder Book, the first board game ever with interactive pop-ups substituting the game board. At present there are 16 localized versions and distribution agreements in 26 countries worldwide”.

According to Rol, notwithstanding a remarkable growth in the demand of board games, in the years 2020 and 2021 many problems emerged, in connection with the global supply and logistics crises: “Out of stock products were a leitmotiv lately. However, the performances of the dV Games- and Ghenos Games-branded items registered a substantial increase. The Italian market keeps growing intensively as regards both the specialist games and the educational games addressed to schoolchildren and preschoolers. Growth also extended to party games and to products intended for kids and adults who are not usual players; the latter market sector proved to be the most expanding one.”